Meeting 2016. «Tu sei un bene per me», perché l’essere umano è relazione

volontarimeeting

Un gruppo di volontari al Meeting di Rimini

Il Meeting di Rimini è un evento del quale si possono certamente dire tante cose: è probabilmente vero che in questi ultimi anni la manifestazione ha perso diversi aspetti che costituivano la sua vocazione originaria, ma rimane altrettanto vero che i temi proposti sono sempre un’occasione importante per riflettere e per poter affrontare, attraverso la formulazione di domande adeguate, le varie questione e le varie problematiche che la realtà ci sottopone quotidianamente. Dal 19 al 25 agosto si svolgerà a RiminiFiera la trentasettesima edizione del Meeting per l’Amicizia fra i Popoli (questo il nome completo della kermesse), tradizionale appuntamento espressione della galassia di Comunione e Liberazione e punto di riferimento anche per altri settori della vita politica, economica, sociale ed artistica dell’Italia e non solo. Quest’anno il titolo dell’evento è “Tu sei un bene per me”; un titolo semplice, chiaro, lineare, ma pur sempre capace di interrogare nel profondo.

Quest’anno l’evento avrà il privilegio di essere inaugurato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il quale coglierà l’occasione per celebrare i 70 anni della Repubblica Italiana, anniversario che il Meeting ricorderà con una mostra e un ciclo di incontri.

Particolarmente interessante un passaggio del comunicato di presentazione della Fondazione Meeting: «L’altro, il diverso, ciò che è ‘fuori’, appare come una minaccia, viene visto e considerato in un’ottica per lo più strumentale e utilitaristica». Va anche detto che l’altro, talvolta inconsapevolmente, è spesso ignorato o emarginato; altre volte, in maniera dichiarata ed esplicita, è oggetto di un cosciente tentativo di eliminazione, come purtroppo hanno dimostrato i recenti fatti legati al terrorismo.

Eppure noi, proprio in quanto esseri umani, siamo relazione: è così che andiamo incontro alla verità, alla radice più profonda del nostro essere. Allora l’obiettivo dev’essere proprio questo: andare a riscoprire l’altro, andare a recuperare e a riabilitare l’idea stessa di relazione, proprio perché è nella relazione che realizziamo e mettiamo a frutto la nostra persona umana. La tentazione è forte: potremmo vivere soltanto per noi stessi; possiamo provarci, ma i risultati non saranno mai positivi. È come una legge di natura, inscritta nel cuore di ogni uomo e di ogni donna. Non possiamo cambiarla.

Dunque, al di là di tutte le imperfezioni e le possibili critiche, il Meeting di Rimini rimane un’occasione da cogliere. Lo si potrà fare attraverso il fittissimo programma di incontri, le ricche e dettagliate mostre, ma soprattutto attraverso gli incontri personali che si fanno nei padiglioni della Fiera di Rimini. Il Meeting, lo dico per mia esperienza personale, è anche questo: un luogo di incontri, come dice il nome stesso della kermesse; un luogo e un momento in cui ci si confronta e ci si scambia dei ‘promemoria’ fatti di esperienze di vita vissuta, sempre utili per l’anno a venire, in un reciproco arricchimento.

“Tu sei un bene per me”, una frase che forse dovremmo cominciare a dire più spesso a chi ci sta di fronte, anche se ci riesce difficile, pure se in fondo detestiamo quella persona. Ma quella persona, in un modo o nell’altro, ci ricorda che siamo esseri fatti per realizzarci attraverso una relazione, indipendentemente dal fatto che quella relazione ci porti o meno un vantaggio o comunque una soddisfazione personale. Ben venga, allora, una manifestazione che ci ricordi questa importante realtà.

Andrea Tosini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...