«Madre Teresa, generosa dispensatrice della misericordia divina»

Il resoconto della cerimonia per la canonizzazione della Beata Madre Teresa di Calcutta, lo scorso 4 settembre in Piazza San Pietro.

immaginemadreteresa

A detta di molti, la canonizzazione di Madre Teresa ha rappresentato il momento culminante dell’Anno Santo della Misericordia. Un’affermazione certamente appropriata, il cui significato non è da cogliere tanto sul piano dei numeri, quanto piuttosto su quello del significato, perché Madre Teresa è sicuramente una delle principali figure che nel corso del XX secolo hanno concretamente rappresentato l’ideale e la pratica di una misericordia viva e incarnata.

A Roma, domenica 4 settembre, nonostante il gran caldo, oltre 100mila persone hanno gremito Piazza San Pietro. Tanti i fedeli provenienti da ogni parte del mondo, come hanno testimoniato Continua a leggere

Annunci

Papa Francesco, un anno con noi

Immagine

Un gabbiano fermo in cima al comignolo della Cappella Sistina per buona parte del pomeriggio. Poi, dopo una lunga attesa, a sera ormai calata, la fumata. È bianca, bianchissima: il 266° papa della Chiesa Cattolica è stato finalmente eletto. Circa un’ora più tardi si presenta alla folla radunata in Piazza San Pietro, in quella serata piovosa di fine inverno, scaldando i fedeli con quel “Fratelli e sorelle, buonasera!” pronunciato dalla Loggia delle Benedizioni. Sono istantanee di un anno fa esatto, di quel 13 marzo 2013, quando il Cardinale Jorge Mario Bergoglio, arcivescovo di Buenos Aires, venne eletto Vescovo di Roma con il nome di Francesco. Continua a leggere

Una domanda di Pace, dalla comunità

La veglia per la pace di ieri sera in Piazza San Pietro (Andreas Solaro, AFP Getty Images)

La veglia per la pace di ieri sera in Piazza San Pietro (Andreas Solaro, AFP Getty Images)

Non è stata la prima volta che un papa ha chiamato una giornata di preghiera e digiuno in favore della pace. Solo per citare alcuni dei casi più recenti, ricordiamo la giornata indetta da Giovanni Paolo II per il 5 marzo 2003, mercoledì delle Ceneri, pochi giorni prima dell’attacco americano in Iraq, e due anni prima – il 14 dicembre 2001 – un analogo momento era stato indetto sempre da papa Wojtyla all’indomani dell’inizio dell’intervento in Afghanistan, mentre in tempi più recenti – per l’esattezza il 3 e 4 aprile 2006 – Papa Benedetto XVI aveva accolto e rilanciato l’invito del patriarca caldeo di Baghdad, Emmanuel III Delly, per una due giorni di preghiera e digiuno per la difficile situazione in Iraq. Continua a leggere