Palazzo Gulinelli Canonici Mattei si mostra alla città

Lo storico edificio di corso Ercole I d’Este è nel pieno della fase di recupero e restauro post-sisma. Sabato 25 giugno sarà possibile visitare il cantiere.

immagine palazzo

Palazzo Gulinelli Canonici Mattei a Ferrara

a cura di Andrea Tosini

Tra i tanti tesori nascosti della città di Ferrara non si può certo dimenticare Palazzo Gulinelli Canonici Mattei, ubicato in corso Ercole I d’Este al civico n. 15, nella parte di Addizione Erculea situata a metà strada tra il Castello Estense e il Quadrivio degli Angeli. Un edificio in stile neorinascimentale ricco di storia e di bellezze artistiche e architettoniche, per oltre un secolo, dal 1844 al 1953, di proprietà della famiglia dei conti Gulinelli e successivamente, dal 1956 al 2010, sede dell’Istituto Canonici Mattei. Un palazzo che in questo momento è oggetto di un massiccio intervento di Continua a leggere

Annunci

Mille Miglia, un viaggio nella storia e nel mito

millemigliafe-lanuova

La Mille Miglia a Ferrara (foto La Nuova Ferrara)

“Partivano di notte
arrivavano di sera
lungo mille chilometri
di una fantastica carrera
Quando facevano ritorno
il cielo scendeva basso
colpiva la terra al cuore come un sasso”

“Mille Miglia”, di Lucio Dalla

La ‘Freccia Rossa’, come è abitualmente chiamata. Ma anche “la corsa più bella del mondo”, come la definì il grande Enzo Ferrari. Stiamo parlando della Miglia Miglia, la celebre corsa automobilistica su strada che si svolse per ventiquattro edizioni tra il 1927 e il 1957. Ormai da diverso tempo, questo leggendario evento, che fa parte di un’epoca ormai Continua a leggere

Un gioiello di arte e cultura nel cuore di Ferrara

La riapertura della trecentesca Casa Minerbi-Dal Sale dopo i lunghi lavori di restauro. Sarà la sede del Centro Studi Bassaniani e dell’Istituto di Studi Rinascimentali

ConferenzaStampa-CasaMinerbiDalSale_1600x1200

La conferenza stampa del 3 marzo 2016 a Casa Minerbi-Dal Sale a Ferrara

Lo scorso 3 marzo, presso la Casa Minerbi-Dal Sale, ubicata a Ferrara in via Giuoco del Pallone, 15, si è tenuta una visita guidata per giornalisti e cittadini allo scopo di illustrare i risultati dei lavori di restauro che hanno portato a riqualificare questo piccolo ma importante gioiello architettonico e artistico della Ferrara medievale. Il complesso – che consiste di due diversi edifici risalenti alla fine del Trecento successivamente riuniti alla fine dell’Ottocento con l’edificazione di un nuovo corpo centrale – è stato acquisito nel marzo del 1995 dal Continua a leggere

San Francesco di Sales, un esempio da seguire per i giornalisti di tutti i tempi

Oggi, 24 gennaio, ricorre la memoria di San Francesco di Sales (1567-1622), vescovo e dottore della Chiesa. Dal 1923 patrono dei giornalisti. Un breve commento sulla storia di un grande santo che ancora oggi merita di essere considerato come punto di riferimento imprescindibile per chi opera nel mondo del giornalismo e della comunicazione.

SanFrancescodiSales

San Francesco di Sales (1567-1622)

La voce e la scrittura sono i due mezzi principali che l’uomo ha usato, e tuttora usa, per comunicare. La voce ha il dono dell’immediatezza e può essere declinata secondo diverse sonorità capaci di conferire ai significati numerose sfumature. Ma la scrittura ha senz’altro il pregio della solidità, di essere qualcosa che dura nel tempo e nello spazio. Allora poteva succedere che, anche in epoche in cui la gran parte della trasmissione dei saperi e delle conoscenze avveniva oralmente, la scrittura si ritagliasse, per necessità, uno spazio di prim’ordine sulla scena della comunicazione.

In questo senso, un caso emblematico è quello di San Francesco di Sales (1567-1622). Continua a leggere

Il pellegrinaggio al Santuario del Poggetto, una tradizione che rivive

Il Santuario della Beata Vergine del Poggetto (da Panoramio © sguinguetta)

Il Santuario della Beata Vergine del Poggetto (da Panoramio © sguinguetta)

Forse in pochi ne saranno a conoscenza, ma a Ferrara, a partire dal ‘700, era tradizione recarsi in pellegrinaggio dal Santuario del Crocifisso di San Luca al Santuario della Beata Vergine del Poggetto, situato a circa una decina di chilometri dal centro cittadino, percorrendo il cosiddetto “argine delle carrozze”. Una tradizione popolare portata avanti per diverso tempo, caduta poi in desuetudine con il passare degli anni. Oggi però quella tradizione può riprendere vita. Domenica 8 settembre, infatti, il pellegrinaggio sarà riproposto a tutti i ferraresi e non; questo grazie soprattutto alla volontà e all’impegno di singoli cittadini e di rappresentanti del volontariato e dell’associazionismo sportivo.
Continua a leggere